Diritti animali

Il 15 ottobre 1978 nella sede dell'Unesco a Parigi, viene proclamata la Dichiarazione Universale dei Diritti dell'animale, redatta, nel corso di riunioni internazionali, da personalità appartenenti al mondo scientifico, giuridico e filosofico e alle principali associazioni mondiali di protezione animale. Tale Dichiarazione costituisce una presa di posizione filosofica riguardo ai rapporti futuri tra la specie umana e le altre specie. L'affermazione dell'art. 1: “Tutti gli animali nascono uguali davanti alla vita e hanno gli stessi diritti all'esistenza” non esprime un'eguaglianza di fatto tra le specie, ma un'eguaglianza di diritti, non nega cioè le evidenti differenze di forme e di capacità esistenti tra gli animali, ma afferma il diritto alla vita di tutte le specie. L' uomo ha invece creato nel mondo vivente una gerarchia arbitraria che non esiste in natura, tenendo conto solamente della propria utilità. 
PER SAPERNE DI PIÙ > CLICCA QUI